Regalo Di Natale
vendor-unknown

Regalo Di Natale

Sale price $8.00 Regular price $16.00

Regalo di Natale è un film del 1986 scritto e diretto da Pupi Avati.

Presentato in concorso alla 43ª Mostra internazionale d'arte cinematografica di Venezia, il film guadagnò critiche lusinghiere e fece vincere aCarlo Delle Piane la Coppa Volpi per la migliore interpretazione maschile.

È l'ultimo film di Rossella Como, che morirà poco dopo aver girato la pellicola.

Nel 2004 è stato realizzato un sequel, La rivincita di Natale, sempre diretto da Avati ed interpretato dallo stesso cast.

Trama

Quattro amici di vecchia data, Lele, Ugo, Stefano e Franco, insieme al misterioso avvocato e industriale di giocattoli, Antonio Santelia, si riuniscono in una notte di Natale per una partita di poker. Franco, proprietario di un importante cinema di Milano, è il più ricco dei quattro e l’unico ad avere le risorse economiche per battere l’avvocato, il quale per altro è noto per le sue ingenti perdite. L’amicizia tra Franco ed Ugo è però irrimediabilmente compromessa, tant’è che quando il Mattioli viene a sapere della presenza di Ugo decide di rinunciare, salvo poi ripensarci perché anche lui ha qualche problema economico e spera di risolverlo spennando l’avvocato.

Ugo cerca di chiarire inutilmente con Franco, il quale, nonostante abbia qualche dubbio sulla regolarità della partita, decide di non dividere con gli altri in caso di vittoria. La partita va a gonfie vele per Franco, mentre tra un flash-back e l’altro si scopre la causa della fine della sua amicizia con Ugo: il tradimento di Martina, prima moglie di Franco, con Ugo stesso. L’avvocato, ormai sotto di quasi 70 milioni, decide di giocarsi il tutto per tutto, ben 200 milioni. Franco ha diversi tentennamenti ma forte di un ottimo punto, un full di assi con i re, decide di vedere, perdendo contro il colore dell'avvocato. Il gelo cala nella stanza e Franco, visibilmente sconvolto, cerca di riprendersi chiedendo un break di qualche minuto. Viene raggiunto da Ugo, che cerca di consolarlo, e finalmente tra i due c’è un po’ di dialogo; Franco lascia anche trasparire di essere ancora molto legato all’ex moglie.

E’ il momento dell’ultima mano, Franco sembra avere di nuovo un ottimo punto e rilancia per 50 milioni, ma l’Avvocato ne gioca 250. Il Mattioli è perplesso e l’avvocato, felice solo del fatto di averlo battuto, gli offre di annullare tutta la partita (il “Regalo di Natale”), a patto di non rivelare mai le sue carte. Franco decide di andare a vedere ma rimane di ghiaccio di fronte al poker di donne di Santelia. Si scopre successivamente che l’avvocato è un baro professionista e che Ugo, sua spalla, aveva organizzato tutto per truffare Franco; inoltre l’offerta di annullare la mano era soltanto un giochetto psicologico escogitato per convincere Franco a giocarsi tutto. Prima di andare via Franco rivela ad Ugo di aver capito di essere stato truffato e torna malinconicamente in albergo dove incrocia Martina, senza neanche notarla.


More from this collection